La frase ‘SEI QUELLO CHE MANGI’ è tanto inflazionata quanto vera.

Attraverso il cibo che mangiamo COSTRUIAMO letteralmente il nostro corpo, le sue funzioni, le nostre emozioni, finanche il nostro carattere!! Ed in maniera indiretta, attraverso esso, influenziamo anche i nostri pensieri!

La cucina ha un potere immenso perché ci forgia dal profondo.

Nella nostra società la cura del cibo è sempre più delegata a terzi, spesso con ingredienti di bassissima qualità.

Il cibo è un qualcosa di talmente delicato e potente nella sua capacità di ridare energia, potenziare il corpo, dare forma al carattere e alla salute che delegarlo non ci porta sicuramente fortuna.

Tornare a educarci al cibo, sviluppando un talento innato, che ognuno di noi possiede, anche se non lo sa, educare le nuove generazioni a prendere in mano la loro vita attraverso la cucina è un atto semplice ma di estrema importanza.

Non a caso il nutrimento è il primo istinto di un bambino che si è appena affacciato alla Vita.

Nella società odierna vi è l’abitudine di estremizzare qualsiasi cosa, cibo compreso, spesso viene bistrattato da articoli demonizzanti, da esperimenti culinari al limite del digeribile o da diete deprivanti e povere di gusto.

Il cibo sa donarci salute, gioia di vivere, longevità è molti altri doni, e … lo fa con gusto!!!

Ma è sufficiente cucinare da sé senza delegare a terzi per ritrovare il benessere?

Questo è un passo, ma non è sufficiente, infatti è importate la qualità del cibo, il genere di cibo e il mix di ingredienti giusti per dare sostegno alle innumerevoli funzioni e reazioni che avvengono nel nostro corpo.

Nella categoria buonumore a tavola troverete  consigli su cibi gustosissimi e potenzianti, che daranno sostegno alle vostre emozioni, con tanto buonumore !!!

Voglio farti entrare nel mondo semplice e sincero dell’auto-produzione con un gesto.

Non devi far altro che andare in cucina con un dischetto di cotone e imbibirlo  di olio d’oliva, quello che usi per cucinare.

Ora con questo dischetto prova a struccarti il viso, compreso gli occhi.

Struccante

Come ti va? Ti riesce?

So che una parte di te esulta perché  in effetti sei struccata, e una parte di te invece è infastidita perché ti senti unta e bisunta!! Poco male, sappi che stai nutrendo la tua pelle! L’olio d’oliva infatti è ricchissimo di vitamina E, un toccasana per la pelle!

La ricetta dello struccante  (seguimi  la pubblicherò a breve),  si basa su questo principio: è l’olio, le particelle del lipido, che legandosi con il trucco lo portano via.

Anche gli struccanti commerciali si basano su questo principio, solo che usando petrolati derivati dal Petr-OLIO, hanno in se dei grassi, meno untuosi, che non fanno bene alla nostra pelle, specie se molto raffinati ( parleremo anche di questi processi di raffinazione nei prossimi articoli).  Riflettete la benzina è mica usata per togliere macchie molto difficili?

Petrol-oil vs Olive Oil

62634446_struccanti

Ora ti lascio così: gioca!!!

Prova a  mischiare gli oli, i burri di karitè, i burri di cocco ecc…mi raccomando evita quelli con il profumo, ti brucerebbero gli occhi. Recuperali  in un reparto alimentare di un supermercato bio, troverai molti oli da usare con svariate proprietà e come fanno bene al tuo corpo, faranno bene alla tua pelle! Sentili, intuisci come ti stanno!

Giocaci! E inventa la tua ricetta: cosa useresti per rendere meno untuoso l’olio?

Ricorda, la pelle è l’organo più esteso che abbiamo, quello che noi decidiamo di mettere sopra la pelle entra nel nostro corpo a tutti gli effetti : ti sei mai chiesta cosa le dai da mangiare?

 

 

Senti il tuo intuito